Curriculum di studio e preparazione fisica

/ / Karate News
Koryu Uchinadi: Efficacia reale e tradizione!

Lo stile da noi praticato, il Koryu Uchinadi Kenpo Jutsu – sistematizzazione didattica moderna del Karate classico di Okinawa – è una disciplina non agonistica, interamente finalizzata alla neutralizzazione di atti di violenza fisica comune, quindi all’autodifesa reale.

Per tale motivo, oltre alle tecniche ad impatto percussivo (Uchi/Uke waza) su cui è concentrato praticamente l’intero curriculum di studio degli altri stili di Karate, il programma di studio del Koryu Uchinadi comprende lo studio del corpo a corpo (Tegumi: Kotekitai, Kakie, Ude Tanren, Muchimi-di, ecc…), tecniche di controllo e manipolazione delle articolazioni, pressione sulle cavità e intrappolamento degli arti (Kansetsu/Tuite-waza), tecniche di soffocamento/strangolamento (Shime-waza), tecniche di rottura dell’equilibrio e proiezioni (Nage-waza), tecniche di lotta a terra (Ne-waza), studio delle uscite e controtecniche (Gyaku-waza).

A questi settori di studio si affianca la pratica dei Kata intesa però non come semplice ripetizione di movimenti coreografati senza alcuna spiegazione realistica ma nell’accezione originaria, vale a dire come meccanismi mnemonici classici attraverso cui culminano, vengono preservati e trasmessi i principi del combattimento precedentemente studiati (quindi i Kata sono trasmessi dopo aver approfondito le applicazioni reali contro atti abituali di violenza fisica che ne costituiscono le sequenze).

Veniamo ora alla preparazione fisico-atletica che precede ogni sessione di allenamento.

In questi anni alcuni dojo hanno introdotto elementi di preparazione atletica generica mutuati da altre discipline sportive, con ciò operando un apprezzabile tentativo di arricchire le sequenze di riscaldamento classiche. Ma le arti marziali – quantomeno secondo la nostra visione – sono discipline volte alla difesa reale e richiedono un particolare focus sulle abilità specifiche necessarie a contrastare e neutralizzare aggressioni reali.

Per tale motivo la nostra scelta è stata quella di utilizzare forme di riscaldamento e condizionamento specificamente studiate per le discipline da combattimento e di provata efficacia, in ciò aiutati anche dal fatto che le nostre lezioni durano ben due ore ciascuna e ci consentono di riservare un tempo adeguato anche alla preparazione atletica.

Nei corsi per principianti ed intermedi differenziamo la fase di preparazione fisico-atletica delle due sessioni settimanali alternando un allenamento ispirato alla «Ginástica natural for fighters» del professor Àlvaro Romano (utilizzata dai più grandi combattenti di brazilian jiu jitsu e basata sullo sviluppo di agilità ed elasticità) e un allenamento di potenziamento specifico per discipline da combattimento. I praticanti avanzati (cinture marroni e nere), oltre alle due sessioni di cui sopra, ne affrontano una terza ispirata alla celebre e devastante Rushfit, studiata ed utilizzata da Georges Saint-Pierre, campione di MMA (arti marziali miste).

TORNA SU